Skip to Content

Blog

Benvenuti nel nuovo sito di Viani Assicurazioni

Benvenuti sul nostro nuovo portale che ha come obiettivo principale quello di fornire consulenza e informazioni nel settore assicurativo e finanziario.

La nuova veste grafica e’ inoltre ottimizzata per essere leggibile su pc, tablet o smartphone. Saremo lieti di raccogliere ogni vostro suggerimento su come migliorare le nostre pagine quindi non esitate a scriverci i vostri suggerimenti su info@vianiassicura.it.

Da parte nostra abbiamo intenzione proporvi articoli e informazioni che ci auguriamo siano di interesse comune oltre alle ultime interessanti novità del settore assicurativo e finanziario.

Troverete anche la possibilità di scriverci e di contattarci direttamente o di inviarci un Check-assicurativo ( link) per la vostra attività che ci aiuterà a predisporre un progetto su misura.

Massimo Viani

0 6 Leggi →

Video: Allianz Now

0 0 Leggi →

Articolo apparso su: Il Sole 24 Ore – 2 Dicembre 2017

2-12-2017 Articolo Il Sole 24 Ore

0 2 Leggi →

Viani Formazione – Scuola di Vendita

Scuola di Vendita

Clicca sulla foto per ingrandire

Per iscrizione e/o informazioni inviare una mail a:

info@vianiassicura.it

045/8103331

0 0 Leggi →

L’abc delle proprie finanze: 8 suggerimenti per ottimizzare le risorse personali

Un viaggio di mille miglia comincia sempre dal primo passo, diceva Lao Tzu, filosofo cinese.

Lo stesso concetto lo si può adattare al proprio portafoglio finanziario, che deve, necessariamente, rispondere a specifici bisogni personali e ad obiettivi di investimento.

Questa è una delle ragioni che ci portano a riflettere, prima di acquistare dei prodotti finanziari, sulla visione che dobbiamo avere della nostra situazione patrimoniale.

A tale proposito è bene tenere sempre a mente qualche semplice, ma efficace consiglio per la gestione delle risorse finanziarie.

  1. Elencare le spese: tenere traccia dei flussi di cassa personali dato che è fondamentale avere un’idea delle spese personali sia di quelle fisse che di quelle variabili.
  2. Dotarsi di un sistema di pagamento automatico per ciò che riguarda le spese fisse quali affitto, rata del mutuo, assicurazione, bollette ed abbonamenti vari.
  3. Calcolare la propria ricchezza netta e lo step successivo è quello di avere chiarezza tra attività positive (risparmi, valore degli immobili, attività finanziarie) e attività negative (passività).                                                                                                                          E’ palese che se si scopre che la propria ricchezza è vicina allo zero o addirittura negativa sarà fondamentale rivedere il proprio budget di spesa. Se invece si scoprirà che la ricchezza netta, nonostante sia positiva, derivi da un solo asset sarà importante diversificare le proprie attività.
  4. Creare una banca dati delle proprie finanze che può sembrare ovvio ma che nel medio e lungo periodo può aiutare molto nel razionalizzare l’utilizzo dei propri soldi.
  5. Decidere di quanta liquidità si ha bisogno sia per coprire le proprie spese, che per crearsi un fondo di scorta che possa rendersi utile in caso di emergenza.
  6. Stilare i propri obiettivi di investimento dato che la maggior parte delle persone ha si un’dea dei propri targets ma pochi  riescono a quantificare esattamente di quanto avranno bisogno per raggiungere tale scopo. Un ulteriore suggerimento è quello di dividere i propri obiettivi in tre importanti categorie, quali breve termine (sotto i 5 anni) medio termine (tra i 5 e i 10 anni) ed infine a lungo termine (sopra i 10 anni).
  7. Scegliere l’asset allocation tra un mix di azioni, obbligazioni e liquidità per poter raggiungere i propri obiettivi nel modo migliore.                                                                                                                                                                                                                                                                         fdfdd                                                                                                                                                                                                                        
  8. Gestire le proprie emozioni dato che ciò è fondamentale nell’affrontare eventuali momenti negativi dei mercati. Non servirà a nulla aver costruito il proprio portafoglio possibile se si perdono le staffe o ci si lascia prendere dall’ansia da ogni ribasso o ad ogni notizia economica negativa. Gestire la componente emotiva dell’investitore è forse il compito più difficile, soprattutto in periodi di alta volatilità. 

Ecco perchè avere al proprio fianco un consulente di fiducia è fondamentale.

Non è un caso che molti di tali comportamenti vengano studiati da una scienza che è la finanza comportamentale.

 

Dott. Luca Sperandio

l.sperandio@vianiassicura.it

Office: 045/8103331                                                                                                                    

 

0 0 Leggi →

28 settembre 2017 – Forum Allianz 2017

Forum Allianz 2017 – 28 settembre 2017 Ore 18.00

Villa Brasavola De Massa – Piazza Cittadella,3

Verona   

Forum fin A

Clicca sulla foto per ingrandire

Per iscriversi inviare una mail a 

info@vianiassicura.it

045/8103331

                             Forum fin B

Clicca sulla foto per ingrandire

Per iscriversi inviare una mail a

info@vianiassicura.it

045/8103331

0 0 Leggi →

5 MOTIVI PER NON AVERE TROPPA LIQUIDITA’ SUI CONTI CORRENTI

Mediamente i risparmiatori italiani hanno una strana passione per la liquidità in portafoglio anche se, da più parti, specialisti sostengono che l’eccesso di liquidità porti a situazioni negative per i propri investimenti.

E quindi il motto è a tal punto: troppa liquidità fa male.

Ma ad ascoltare i risultati di un’indagine sul risparmio e sulle scelte finanziarie fatte dal Centro Einaudi nel 2016 testimoniano che molte persone sarebbero orientate al classico comportamento dei soldi sotto il materasso o nel porcellino salvadanaio.

Ma la strada non è questa da percorrere, quanto piuttosto è fondamentale conoscere i fattori cruciali che hanno rilevanza nel decidere quanta liquidità di breve termine detenere nel primo asset di portafoglio.

A supporto di tutto ciò evidenzio 5 motivi per non eccedere con la liquidità:

1. Non è vero che la liquidità non è rischiosa: il pericolo è che venga erosa dall’inflazione.

Infatti, il rendimento reale della liquidità è molto basso, o, più spesso negativo; aver lasciato i soldi sotto il materasso in Italia dal 1990 al 2016, ad esempio, avrebbe reso in media una perdita annua di circa 8,2%.

Non certo una bella e positiva performance e ciò a testimoniare che l’inflazione non è certo un indicatore da sottovalutare.

2. La storia ci insegna che i mercati azionari nel lungo termine salgono.

E’ sufficiente dare un’occhiata veloce al grafico sottostante per rendersi conto. E parlo di rendimenti reali che tengono conto dell’effetto inflazione.

La liquidità come si può notare è certamente indietro nella classifica.

1

 

3. Lasciate perdere il trading

Se si pensa di essere particolarmente “furbi” e usare la liquidità come serbatoio per lanciarsi nel market timing, cioè comprare e vendere cercando di battere il mercato, sappiate che le probabilità e la storia sono contro di voi. L’investitore privato tende a comprare troppo tardi quando i valori sono già saliti e vendere troppo presto quando si evidenziano le prime performance negative.

2

4. Avere troppa cassa vi rende spendaccioni

E’ una questione di natura psicologica; se la giacenza sul conto corrente è elevata, rischiate di cadere in tentazione e acquistare cose delle quali non avete bisogno. Se invece il denaro è investito, sarà più difficile che disinvestiate per inseguire il richiamo dello shopping rimanendo più attenti alla vostra pianificazione finanziaria.

5. Conviene restare investiti in azioni ed obbligazioni, nelle proporzioni adeguate ai vostri obiettivi e alla durata prevista dal vostro investimento.

Anche se ciò comporta qualche “brutto colpo” al vostro portafoglio, nel lungo termine conviene sempre dato che il rischio di non essere investito nelle giornate “giuste” è troppo alto.

E il grafico sottostante sicuramente chiarisce bene questo ultimo concetto.

3

In conclusione liquidità ok ma non troppo.

La liquidità serve essenzialmente a pagare le spese correnti e a fronteggiare qualche imprevisto.

Quindi, prendete correttamente le misure alle vostre esigenze di cassa e non detenete una quota elevate di liquidità rispetto al necessario, se volete investire in modo efficiente e trovare redditività dal vostro denaro.

Dott. Luca Sperandio

l.sperandio@vianiassicura.it

Office: 045/8103331

 

 

 

 

 

0 0 Leggi →

16 Giugno 2017 – Festa della Viani Assicurazioni

1957 – 2017

Venerdì 16 giugno 2017 dalle 17 alle 21

12

Clicca sulla foto per ingrandire

Per iscriversi inviare una mail a

info@vianiassicura.it

045/8103331

0 0 Leggi →

8 Maggio 2017 – Workshop Viani Assicurazioni srl

“Continuità di business e disaster management:

come prevenire e gestire le emergenze in azienda”

8 Maggio 2017 – Inizio ore: 16:00 

Confindustria Verona, Piazza Cittadella,12 – Verona

0001

Clicca sulla foto per ingrandire

Per iscriversi inviare una mail a:

info@vianiassicura.it

 045/8103331

0 0 Leggi →

3 Maggio 2017 Verona – Convegno Omicidio stradale e guida in stato di ebrezza

Il 3 Maggio 2017 a Verona si svolgerà un’ Iniziativa a cura di APINDUSTRIA Verona

Convegno Conoscere per prevenire OMICIDIO STRADALE e GUIDA IN STATO DI EBREZZA

Adobe Photoshop PDF

LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA

0 0 Leggi →

MANAGER – Verona on line

manager foto

0 0 Leggi →